sabato 10 maggio 2008

In bicicletta

Questa mattina,
io e la mia bambina siamo salite in sella alla nostra bici.
Abbiamo fatto il giro delle edicole, come al solito.
Poi siamo andate in merceria, abbiamo girato il mercato, visto la chiesa.
La città dove abito è piena di salite, quindi ci è toccato scendere e farle a piedi,
poi ritornare su e gridare a chi superavamo "Siamo più velociiii!"
Abbiamo suonato il campanello e salutato i vecchietti.
È stato un giro lungo un'ora.
Nel garage avevamo occhi felici.

6 commenti:

Agapimou ha detto...

Sulla stessa bici o lei va già da sola?

che bello, quel vento in faccia
è la felicità che ci tocca con mano

vero?

Baci

sprimacciacuscini ha detto...

No, viene con me.
Lei in bici ancora non sa andare da sola.
Però si diverte un sacco a stare dietro. Appoggia la testina alla mia schiena e ride.

Agapimou ha detto...

Non mette i piedi tra i raggi?
Che brava!

Se le chiedi perchè ride, che dice?

sprimacciacuscini ha detto...

Lei è sempre felice, moni.
È una bambina entusiasta di tutto.
La conoscerai.

Gatadaplar ha detto...

Che bello... mi hai fatto ricordare quando mamma mi accompagnava a scuola alle elementari... su una graziella verde e io sul seggiolino dietro!
Anch'io appoggiavo la testa alla sua schiena e quei 4 km erano un paradiso! Stasera la chiamo e le chiede se se lo ricorda ancora! :DDD

Fastidiosa ha detto...

Fantastici questi giretti in bici per la città! Li farei volentieri anche io con una mia bimba seduta dietro, come facevo io sulla graziella di mia mamma. Sono ricordi bellissimi che credo tua figlia si terrà dentro con tanto affetto!